2007

genere

performance poetico-teatrale

relazione artistica

gli abitanti di riposto, tra gli anni '40 e '60 tornano in vita attraverso la poesia di anna vasta che vuole essere non solo operazione di recupero di una memoria collettiva ma soprattutto testimonianza di esistenza, di vita vissuta con il suo carico di sentimento, emozione e inevitabile dolore. un luogo e un tempo - quello della rappresentazione - che riporti ad un luogo e un tempo interiore, dove i personaggi parlano direttamente all'orecchio dell'anima, raccontando il vero protagonista dei "i malnati": il mare, il cui eterno fluire, la cui struttura informe, indefinita eppure unica, l'acqua da cui tutto riparte e a cui tutto ritorna, diventa metafora universale, perfetto specchio dello scorrere del tutto. la performance poetico-teatrale "malnati" amplifica l'eco di un ricordo che attraversa indenne il tempo che ci separa da questi personaggi, malnati come noi, come tutti.

crediti

testi: anna vasta
regia: giuseppe pillera
performers: daniela alfonso, viviana raciti
sound design: ariele caltabiano
visuals: mariano leotta
light design: massimo corsaro / segnale mosso

specifiche tecniche

impianto amplificazione
3 microfoni ciabatta
6 spot (500w) + gelatine (rosso,blu/ghiaccio, ambra)
dimmer (4 canali)
1 occhio di bue
supporti per luci
1 proiettore audiovisivo
schermo per retroproiezione
prolunghe
impegno potenza c.ca 6 kw

esposizioni
riposto, quartiere scariceddu
catania, centro fieristico le ciminiere